Categorie
interviste

Da #restate a casa, a #liberi tutti? Riapre il mercato del sabato in Viale Buridani

Andrea Parmeggiani 46 anni
disegnatore di carrozzeria.
Iscritto e militante di Sinistra Italiana
sostiene il Progetto Civico
per Venaria Reale con Sinistra Civica.

Il mercato rionale riveste da sempre un’importanza fondamentale come luogo di aggregazione e di inclusione degli abitanti, un luogo di memoria e di incontro tra generazioni, spesso l’anima pulsante della vita sociale dei rioni di tutte le città italiane.   

Premesso che sono molto contento del fatto che riaprano tutti i mercati, per il commercio, che sta vivendo una crisi davvero inedita, e per i cittadini che possono fruire nuovamente di un servizio fondamentale. Finalmente, il tanto atteso ritorno alla normalità sembra arrivato, avrebbe dovuto essere un processo graduale, ma sembra sempre piu il tana libera tutti di quando si gioca a nascondino.

La riapertura rappresenta sicuramente una necessità fondamentale volta a garantire la tenuta sociale ed economica della città, ma non possiamo accettare che il bisogno di lavorare sia in contrapposizione al  diritto di stare in salute. Occorre trovare il giusto compromesso per traghettare il paese fuori da questo terribile periodo.

Le precauzioni cui attenersi per scongiurare una nuova impennata di casi Covid-19 riguardano principalmente la frequente igienizzazione delle mani, il distanziamento sociale e l’uso della mascherina. Il mercato di viale Buridani, così com’è strutturato, e’ in grado di rispondere all’esigenza di distanziamento in primis? Probabilmente no.

Già’ normalmente il mercato del viale non è sicuro perché limita fortemente l’accesso ai mezzi di soccorso e i banchi, posti in entrambi i lati, lasciano davvero poco spazio, il rischio di assembramenti e’ oggettivamente inevitabile.

Non vorrei far parte delle forze dell’ordine, una via d’uscita potrebbe però essere quella di modificare la struttura del mercato, il che consentirebbe a tutti gli ambulanti di poter lavorare e garantirebbe dall’altra parte di non incappare in situazioni difficili.

Proposta di merito: limitare il mercato nel viale Buridani ad un lato solo, lasciando quindi una corsia libera per eventuali emergenze e incrementare lo spazio a disposizione, e allungarlo fino ad occupare la piazza De Gasperi, luogo peraltro già attrezzato. Questa sistemazione ovviamente risulterebbe provvisoria, ma non dimentichiamo che la futura amministrazione avrà comunque l’onere di risolvere il problema dell’accesso ai mezzi di soccorso nel viale. 

Proposta di metodo: sul rispetto dei protocolli e la diffusione dei DPI è necessario che i diversi soggetti coinvolti siano protagonisti e si realizzi una concertazione. Il Comitato istituzionale previsto dal protocollo firmato dal governo e le parti sociali offrono la possibilità di costituire dei luoghi di confronto e monitoraggio per far sì’ che questi mesi di fermo non siano risultati un sacrificio inutile.

Categorie
articoli interviste

Il ritorno del supereroe

Carlo Viggiani 43 anni
Tecnico di laboratorio chimico
Delegato sindacale FIOM dal 2017

Per il nostro supereroe è ora di ritornare a mettere il mantello, ora che le acque si sono calmate puó tornare in trincea. Il suo posto è sempre lì, lo attende così come lo ha lasciato, ed esattamente come prima tornerà a casa da lavoro impaurito, perché da allora nulla è cambiato, abbiamo solamente preso tempo, cercando di vedere se nel frattempo qualcuno o qualcosa si muovesse.

E lui, che chiede di lavorare in sicurezza, viene magari accusato di essere egoista o di essere responsabile della morte economica del Paese; già, perché la colpa è sempre degli altri, ma in fondo se ti va male finirai in una bella lista di caduti per il lavoro. Diverrai un eroe per sempre.

Non è un film di fantascienza e i supereroi purtroppo non esistono, ci sono solamente molti lavoratori che si sentono soli ed abbandonati a se stessi, ma in questa folle situazione, è chiaro a tutti che nessuno si salva da solo.

Purtroppo, però, viviamo nella società in cui si delega tutto, in cui si sente il bisogno dell’uomo forte al comando che prende le decisioni per tutti.  Fortunatamente, non tutti la pensano così, qualcuno pensa ancora che si debba dare il proprio contributo affinché il mondo sia un posto migliore.

È giunto il momento di contribuire alla costruzione del futuro (nostro, ma soprattutto dei nostri figli): solo una comunità solidale, equa e sostenibile ci salverà dal collasso. Aiutiamo ad aiutare. Insieme ce la possiamo fare.

Da un pensiero di Mauro Scardovelli:

Le idee diventano qualcosa a cui è attaccata la nostra sopravvivenza.
Per questo vi invito seriamente quando fate un dialogo con qualcuno ad avere infinito rispetto delle idee che questa persona ha, qualunque esse siano

Categorie
interviste

IL CORAGGIO DELLE PROPRIE IDEE.

Carlo Viggiani 43 anni
Tecnico di laboratorio chimico
Delegato sindacale FIOM

Non sono razzista, ma…

Quante volte ti ho sentito iniziare un discorso in questa maniera.

Probabilmente, non leggerai questa mio breve sfogo, perché tu che cominci le frasi in questa maniera ti soffermi al titolo di un articolo, pensando di aver già capito tutto e che non serve a nulla leggere, d’altronde la storia va riscritta. Ma rimango, se possibile, ancora più sorpreso, quando certe affermazioni provengono da parte delle donne, che forse ignorano quale fosse il loro ruolo nel ventennio fascista. Un regime che le vedeva relegate ai margini della vita sociale e produttiva, utili solo come madri o peggio, a soddisfare gli istinti maschili. Si parte polemizzando su “Bella ciao”, ma la verità è che si cerca, da anni ormai, di rimettere in discussione la stessa Liberazione, mettendo sullo stesso piano valori e disvalori, partigiani e repubblichini, il sangue delle vittime del fascismo e quello “dei vinti”.

Scusami, ma per queste ragioni, sentirti dire ancora che non sei fascista, proprio non ce la posso fare.

Per cui una volta per tutte dillo davanti a tutti, abbi il coraggio di dirlo. Ah già non puoi e sai perché:

Categorie
interviste

Intervista: Izzo

Categorie
interviste

Conferenza stampa progetto civico

Il 15 febbraio presentazione del Progetto Civico