Categorie
interviste

DEMOCRAZIA E’ PARTECIPAZIONE

Giuseppe Napoletano

Le grandi democrazie soffrono in Italia e nel mondo di una evidente crisi di credibilità ed efficienza.

  • Credibilità, perché la gente non si sente adeguatamente rappresentata e decisiva
  • Efficiente perché il sistema democratico, pur non essendo il più rapido e incisivo, deve la sua efficacia alla credibilità di scelte condivise: senza la chiara percezione di aver condiviso le scelte viene a mancare la spinta necessaria a recuperare, grazie allo sforzo collettivo.

Una democrazia matura e funzionale necessita quindi di informazione, conoscenza degli strumenti e infine condivisione delle scelte.

Il Bilancio Partecipativo è in questo senso una MEDICINA DELLA DEMOCRAZIA.

Esistono diversi modi di coinvolgere la cittadinanza, ma semplificando le fasi sono 2:

  1. Definizione dei progetti da votare
  2. Scelta dei progetti da realizzare

I possibili attori sono: amministrazione, comitati di quartiere, consulte, associazioni, cittadinanza.

Sia la fase 1 che la 2 possono essere realizzati da uno qualsiasi degli attori.

Visto lo scopo ritengo sia impensabile non coinvolgere la cittadinanza in almeno una delle 2 fasi

A Venaria si è scelta la modalità più radicale, con l’estrazione di un gruppo di cittadini, che attraverso un percorso conoscitivo e di interazione, arrivassero a definire i progetti da portare in votazione e delegando la scelta finale all’intera cittadinanza.

L’esame dei fattori di successo di altre esperienze porta decisamente alla conclusione che per funzionare sia necessario che: la scelta sia delegata ai cittadini, il budget sia adeguato, vi sia una guida terza e esperta, le opere siano realizzate entro l’anno successivo.

Purtroppo a Venaria l’ultima decisiva condizione non si è realizzata e il progetto ha quindi perso di credibilità. Inoltre un maggiore coinvolgimento delle associazioni e dei comitati di quartiere avrebbe aiutato a farlo decollare maggiormente. Pensiamo però che sia la strada giusta, magari con aggiustamenti dettati dall’esperienza già fatta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *